In occasione del concerto del 27 febbraio 2022 al “Rosso Tiepido”, il Presidente degli AdM ha espresso la solidarietà dell’associazione al popolo ucraino.

Vorrei dire alcune parole sulla situazione che viviamo attualmente.

È ritornata una parola nella nostra vita europea: guerra, una guerra in cui si spara sui civili, persone che hanno vissuto fino ad alcuni giorni fa una vita normale, come la nostra.

Non esiste nessuna giustificazione per questa guerra, ma devo sottolineare, che quello che succede adesso non viene dal nulla, i dittatori e i sovranisti non hanno mai nascosto i loro obiettivi e mezzi.

Siamo noi che abbiamo creduto che la democrazia e la pace, una volta raggiunte e praticate sarebbero rimaste per sempre.

Dobbiamo invece difendere e consolidare ogni giorno con forza ed energia questo patrimonio della nostra civiltà, anche rinunciando, se necessario, ad abitudini e privilegi, pagandone i costi.

Le dittature non cadono da sole, esse devono essere abbattute con forza.

Per questo motivo dico, noi dobbiamo difendere la libertà, in particolare la libertà della cultura, il più pericoloso nemico della dittatura.

I soldati e i civili ucraini difendono adesso non solo il loro paese contro la criminale aggressione di una dittatura, ma combattono anche il nostro nemico, che minaccia direttamente anche noi e i nostri beni e valori.

Pensiamo a questi eroi che in questo momento difendono l’indipendenza del loro Paese.

Dedichiamo il concerto di stasera a loro.

Andras Gemes
Presidente Associazione Amici della Musica «Mario Pedrazzi» Aps

IL CONCERTO DI SABATO 26 MARZO 2022 È STATO ANNULLATO E RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI.

IL CONCERTO DI DOMENICA 15 MAGGIO 2022 È STATO ANNULLATO E RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI.