BRUNO TADDIA – baritono
ANDREA CORAZZIARI – pianoforte

L’ingresso è libero ma è consigliata la prenotazione scrivendo alla mail info@amicidellamusicamodena.it o per SMS/whatsapp al numero 329 6336877 (no chiamate vocali) indicando nome, cognome e numero dei posti da riservare.

Si prega di prenotare entro le ore 15.00 del giorno del concerto; le prenotazioni saranno valide fino a 15 minuti prima dell’inizio, per permettere ad eventuale pubblico non prenotato in presenza di accedere.

F. Schubert (1797-1828)

Die Winterreise D.911 (1827), ciclo di lieder su poemi di Wilhelm Müller

  1. Gute Nacht – Buona Notte
  2. Die Wetterfahne – La Banderuola
  3. Gefrorne Tränen – Lacrime di ghiaccio
  4. Erstarrung – Congelamento
  5. Der Lindenbaum – Il Tiglio
  6. Wasserflut – Flutti d’acqua
  7. Auf dem Flusse – Sul fiume
  8. Rückblick – Uno sguardo indietro
  9. Irrlicht – Fuoco fatuo
  10. Rast – Sosta
  11. Frühlingstraum – Sogno di primavera
  12. Einsamkeit – Solitudine
  13. Die Post – La Posta
  14. Der greise Kopf – La testa canuta
  15. Die Krähe – La Cornacchia
  16. Letzte Hoffnung – Ultima speranza
  17. Im Dorfe – In paese
  18. Der stürmische Morgen – Mattina tempestosa
  19. Täuschung – Illusione
  20. Der Wegweiser – Il segnale stradale
  21. Das Wirtshaus – L’Osteria
  22. Mut! – Coraggio!
  23. Die Nebensonnen – Altri soli
  24. Der Leiermann – L’uomo dell’organetto

Bruno Taddia et Andrea Corazziari sont déjà expérimentés dans le domaine de la mélodie et du lied, comme en témoignent les cycles présents à leur répertoire. Il faut saluer leur entente, la façon qu’a la pianiste de donner à la voix une réponse efficace et signifiante sans être envahissante. L’autre objet de satisfaction est l’énergie que mettent les artistes à interpréter leur programme…

…il baritono Bruno Taddia ed il pianista Andrea Corazziari hanno saputo cogliere il carattere dolente e a tratti violento dell’opera, creando un gioco di transizioni nei tempi e nelle dinamiche, sulla base di una ritmica sempre chiara e percepibile. I differenti stati d’animo hanno trovato una netta espressione nella voce intensa, scura, capace di vigorosi accenti del baritono e del pianista Andrea Corazziari…

Nato dalla passione comune per la musica da camera e per una ricerca musicale di ampio respiro, il Duo Taddia-Corazziari ha in un primo tempo lungamente esplorato i grandi cicli schubertiani, presentati in molte occasioni in Italia e Francia (Musée de la Vie Romantique e Istituto italiano di Cultura a Parigi, Accademia di Francia a Roma, Teatro delle Muse di Ancona, Società del Quartetto di Bergamo…). Il duo ha poi allargato i suoi orizzonti di repertorio, interessandosi in maniera particolare al periodo a cavallo tra il 19° ed il 20° secolo nel lied tedesco e nella mélodie francese, alla figura del liederista tedesco Carl Loewe e alle sue influenze sui compositori di area tedesca come Mendelssohn, Schumann, Brahms, Mahler, Wagner. Il duo ha successivamente realizzato dei progetti di dialoghi tra universi stilistici contrastanti (Debussy-Schönberg/Bizet-Wagner e Tosti-Webern/Donizetti-Mahler), ed ha intrapreso un’esplorazione della musica vocale da camera di Gaetano Donizetti. Tra i prossimi progetti, Viandanti d’oggi, un incontro tra il Wanderer schubertiano e una sua reinterpretazione nella vocalità contemporanea. Il duo Taddia-Corazziari è stato residente all’Abbaye Royale de Fontevraud con il progetto La Voix Créatric, ed ha collaborato con il Musée d’Orsay a Parigi, l’auditorium di Milano, il Festival Donizetti…