Olga Domnina pianoforte

Musiche di Šostakovič, Amirov, Garayev, Karaev, Sviridov

INGRESSO GRATUITO

D. Šostakovič (1906-1975)

Preludi selezionati dai “24 Preludi per pianoforte”, op.34

F. Amirov (1922-1984)

Dodici miniature per pianoforte

Variazioni per pianoforte

G. Garayev (1918-1982) – V. Genin (1958*)

Trascrizione dal balletto “Sette bellezze”:

  1. Danza delle fanciulle
  2. Processionale
  3. La più bella delle belle
  4. Nella piazza
  5. La danza di Aisha
  6. La danza dei guerrieri

G. Garayev (1918-1982)

Quarto Quaderno dai “24 Preludi per pianoforte”:

  • Preludio in mi bemolle maggiore, n.19
  • Preludio in mi bemolle minore, n.20
  • Preludio in si bemolle maggiore, n.21
  • Preludio in si bemolle minore, n.22
  • Preludio in fa maggiore, n.23
  • Preludio in fa minore, n.24

F. Karaev (1943*)

Sonata per pianoforte n.2

G. Sviridov (1915-1998) – V. Genin (1958*)

Trascrizione del poema sinfonico “Avanti, Tempo!”

  • Notte
  • Rumba

Olga Domnina si è diplomata con la Medaglia d’Oro all’Istituto Gnessin di Mosca nella classe di Michele Arkadiev. Dal 2007 al 2009 si è perfezionata alla Royal Academy di Londra nella classe del prof. Hamish Milne. La Royal Academy, per i suoi meriti, le ha concesso una borsa di studio ed in seguito conferito il Premio Mcfarren per il miglior recital solistico, attribuito in passato a Sir Clifford Curzon e Dame Myra Hess. Nata a Mosca Olga Domnina comincia lo studio del pianoforte all’età di 7 anni. Durante gli studi partecipa a molti concorsi internazionali, vincendo il premio San Bartolomeo in Italia e ricevendo il diploma d’onore al Maria Canals in Spagna. Si è esibita in numerosi concerti tra gli altri anche nelle Grande e Piccole Sale del Conservatorio di Mosca, la Mehuhin Hall del Parlamento Europeo a Bruxelles, e la Gasteig di Monaco di Baviera, con orchestre sinfoniche e da camera fra le quali la Novaya Opera Orchestra di Mosca e l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Olga Domnina divide il suo tempo tra l’Italia e l’Inghilterra. Ha collaborato con artisti di fama come i violinisti Julian Rachlin, Viktor Tretyakov e Vadim Repin, il violista Paul Silverthorne e il violoncellista Guido Schiefen. Nell’ottobre del 2011 ha richiamato l’attenzione internazionale con la prima esecuzione mondiale del ciclo per pianoforte solo “Seven Melodies for the Dial” di Vladimir Genin a lei dedicato ed eseguito alla Casa della Musica di Mosca, recentemente inciso per la Challenge Records International. La prima esecuzione europea del ciclo registrato è avvenuta nell’ottobre 2013 presso il Concertgebouw di Amsterdam.