Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

ALESSIO PIANELLI, CHIARA OPALIO

1 Aprile 2017 | ore 21.15

Note di Passaggio · Arabesque

ALESSIO PIANELLI – violoncello
CHIARA OPALIO – pianoforte

Musiche di Debussy, Schumann, Brahms, Pianelli

Due straordinarie carriere solistiche e, allo stesso tempo, un duo affiatato e votato alla musica da camera. Il programma accosta specularmente due tematiche: il Romanticismo tedesco di Schumann e Brahms e le seduzioni sonore di Debussy, con la Sonata per violoncello e pianoforte e il brano a lui dedicato da Pianelli: Omaggio ad Achille.


C. Debussy (1862-1918)

Sonata per violoncello e pianoforte in re min. L.135 (1915)
___Prologue: Lent, sostenuto e molto risoluto
___Sérénade: Modèrèment animé
___Finale: Animé

R. Schumann (1810-1856)

Adagio e Allegro op.70 (1849)
___Adagio: Langsam, mit innigem Ausdruck
___Allegro: Rasch und feurig. Etwas ruhigert. Tempo 1

5 Stücke im Volkston op.102 (1849)
___I Mit humor
___II Langsam
___III Nicht schnell, mit viel Ton zu spielen
___IV Lebhaft
___V Stark und markiert

J. Brahms (1833-1897)

Sonata per violoncello e pianoforte n.1 op.38 in mi minore (1862)
___Allegro non troppo
___Allegretto quasi minuetto – Trio
___Allegro

A. Pianelli (1989*)

Omaggio ad Achille (2015)


Alessio Pianelli
Alessio Pianelli

Alessio Pianelli, violoncellista e compositore siciliano, classe 1989, si diploma giovanissimo con lode al Conservatorio “V. Bellini” di Palermo sotto la guida di Giovanni Sollima.
Prosegue quindi la propria formazione nella classe di Thomas Demenga presso la Hochschule für Musik di Basilea, città dove tuttora risiede dopo aver conseguito “mit Auszeichnung” il “Master Performance” ed il “Master Soloist”, ricevendo dal governo svizzero lo Stipendium der Schweizerischen Eidgenossenschaft. A complemento della formazione accademica partecipa a corsi e masterclass d’interpretazione e musica da camera di M. Polidori, M. Brunello, R. Latzko, M. Kliegel, E. Bronzi, G. Gnocchi, V. Erben, W. Boettcher.
Luigi Fait lo definisce «un asso del violoncello». Stanno a confermarlo le molte vittorie in concorsi nazionali e internazionali: Rassegna d’Archi di Vittorio Veneto, Premio “Bärenreiter Urtext” (AMA Calabria), il Diploma d’Onore con Menzione Speciale al TIM, Concorso Nazionale di Musica “B. Albanese”, Grand Prize Ibla. Tra i suoi ultimi successi il Primo Premio e il Premio Speciale “Città di Porec” all’ International Cello Competition “Antonio Janigro” in Croazia, il Primo premio e premio del pubblico allo Schenk Stiftung Wettbewerb di Zofingen e il premio 2013 della Fondazione Renzo Giubergia di Torino, oltre alle varie borse di studio assegnategli dalle fondazioni svizzere “Lyra Stiftung” e “Nicati de Luze”.
Dal 2009 ha ricoperto il ruolo di primo violoncello nell’Orchestra 1813 di Como, nell’Orchestra Davinci di Basilea, nell’Orchestra dell’Ente Luglio Musicale Trapanese.
Fin da giovanissimo condivide il palco con musicisti di livello internazionale tra i quali M. Brunello, G. Tavares, G. Sollima, I. Monighetti, T. Demenga, S. Simionescu, V. Jacobsen, A. Oprean, F. Benda, A. Kernjak, M. Piketty, T. Schabenberger. Suona da solista con orchestre sinfoniche e da camera quali la Jugend Basel Kammerorchester Birseck, Arkedemos ensemble, Gli Armonici, l’Orchestra 1813 del Teatro Sociale di Como, Neues Orchester Basel, l’Orchestra dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, I Musici di Parma, l’Aargauer Sinfonie Orchester, l’Orchestra da camera Desono, la Sinfonieorchester Basel e la Philarmonie Baden-Baden.
L’attitudine di Alessio per il dialogo e la condivisione di esperienze si realizza anche in una appassionata attività cameristica, con formazioni stabili come l’ Avos Piano Quartet e l’Ambra Piano Trio, con le quali effettua tournée in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Belgio e Giappone.
Il dialogo sempre aperto coi compositori coetanei e l’interesse per la musica d’oggi è una ulteriore naturale declinazione della ricerca di Alessio, realizzata tra l’altro, nel rapporto mai interrotto con le radici siciliane, come membro stabile del Giacomo Cuticchio Ensemble, col quale ha debuttato, nel Gennaio 2014, all’Auditorium Parco della Musica a Roma dopo la recente pubblicazione dell’album “Quaderno di Danze e Battaglie dell’Opera dei Pupi” (Sonzogno/Egea).
Del 2014 è anche la pubblicazione di “Prelude”, album di debutto solistico, prodotto anch’esso in Sicilia con la eclettica factory discografica Almendra Music, con musiche di J.S.Bach, Weinberg, Demenga (prima incisione mondiale) e Tsintsadze.
Nel 2015 le incisioni dei trii per pianoforte e del trio d’archi del compositore bresciano Marco Nodari per la label “Concerto” e, con l’Avos Piano Quartet, i quartetti op. 47 di Schumann e op. 25 di Brahms per l’etichetta giapponese “Livenotes Nami Records”.
All’attività di violoncellista, Alessio affianca quella di compositore, per avere una ulteriore esplorazione, da un diverso punto di vista del suo strumento.
Nel giugno il suo brano “Tanzen Wir!” vince il primo premio al concorso di composizione “In clausura” organizzato da Ravenna Festival e 100cellos.
Il suo brano per due violoncelli “Sulla Quarta” del 2015 è stato pubblicato dalla casa editrice Mueller&Schade di Berna.
Alessio suona un violoncello Evasio Emilio Guerra – Torino 1921. www.alessiopianelli.com

Chiara Opalio
Chiara Opalio

Giovane pianista veneta, Chiara Opalio è considerata come una delle più interessanti musiciste italiane della sua generazione, attiva sia come solista ormai consolidata che come raffinata camerista.
Gli ultimi più importanti appuntamenti l’hanno vista protagonista come solista con I Virtuosi Italiani nella Sala Maffeiana di Verona, con il 2° di Beethoven con l’Orchestra di Padova e del Veneto durante il Festival Estivo di Portogruaro, con il Concerto n. 1 di Liszt con l’ Orchestra del Friuli Venezia Giulia, con Schumann Concerto op. 54 con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, recital solistici al Teatro Comunale di Vicenza, e recitals a Montecarlo.
Chiara nell’ottobre 2012 ha debuttato all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nella Sala Petrassi in un concerto di musica da camera assieme a Leonidas Kavakos.Recentemente ha eseguito il Concerto di Beethoven n. 4 con l’Orchestra dell’Arena di Verona al Teatro Ristori.
Chiara si è esibita in concerto da sola per la prima volta a 4 anni e a 15 ha debuttato a Milano con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme.
I suoi recitals l’hanno portata in molte prestigiose sale da concerto, come la Fazioli Concert Hall di Sacile, la Sala Puccini al Conservatorio di Milano, il Teatro Manzoni a Milano, la Sala dei Giganti a Padova, Herkules Saal a Monaco di Baviera, ottenendo sempre un grande successo da parte del pubblico, ed un notevole riscontro da parte della critica.
Particolarmente acclamate sono state le esibizioni per gli Amici della Musica a Verona, Amici della Musica a Vicenza, l’Auditorium Fondazione Cariplo a Milano e per Mi-To Settembre Musica, dove è stata invitata per tre anni consecutivi.
Il concerto dedicato a Chopin, Debussy e Schumann per Piano City 2014 a Casa degli Atelliani a Milano è stato trasmesso su Sky Classica.Chiara ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali spicca senz’altro la Menzione d’Onore ottenuta a 9 anni come miglior talento del Concorso Internazionale Czerny di Praga ed il 1° Premio ottenuto quando aveva 16 anni al Concorso Pianistico Internazionale “Stefano Marizza” di Trieste.
Nel settembre 2011 Chiara è risultata unica europea nei sei semifinalisti al “Clara Haskil Competition”, e nel febbraio 2012 ha vinto il 1° Premio al Concorso Internazionale “Città di Padova”.
Nel maggio 2012 Chiara ha vinto il 2° Premio al Concorso Internazionale del Friuli Venezia Giulia, in occasione del quale ha ottenuto anche tutti i principali premi speciali.Dal 2010 suona in duo con il violoncellista Giovanni Gnocchi con il quale ha tenuto concerti al Mozarteum di Salisburgo, all’ Accademia Filarmonica di Bologna, alla Fazioli Concert Hall, al Teatro Alighieri di Ravenna, per Asolo Musica, Pinè Musica, al Festival di Portogruaro e alla Sala Filarmonica di Trento.In questa formazione ha studiato musica da camera con F. Rados a Vienna, A. Schiff agli IMS di Prussia Cove in Cornovaglia, con il compositore T. Adés, con il violinista E. Höbarth, e con il Trio di Parma.Il Duo ha vinto il prestigioso Premio “Bruno Premuda“ della Scuola Internazionale del Trio di Trieste donato al miglior duo.Dal 2013 collabora con la mezzo-soprano Silvia Regazzo con la quale ha suonato al Teatro Verdi di Pisa all’interno della Stagione dei Concerti alla Normale.
Dal 2014 ha debuttato in duo a 4 mani con il pianista Alberto Miodini al Festival di Portogruaro dando via a una solida collaborazione, suonando recentemente al Teatro Rossetti di Trieste per la Società dei Concerti e che continuerà anche quest’anno sempre a Portogruaro per il prossima stagione del Festival.Nata nel 1990 a Vittorio Veneto, Chiara ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di 3 anni.
A 16 anni si è diplomata al Conservatorio di Trieste con lode e menzione speciale.Da quando aveva 11 anni ai 21 ha studiato all’Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola studiando nello stesso tempo anche con A. Lonquich, A. Ciccolini, A. Lucchesini e con il Trio Altenberg Wien.Dal 2013 Chiara studia all’ Hochschule für Musik di Basilea con il M° Claudio Martinez Mehner.Chiara ha anche studiato violino per 8 anni, e dal 2012 è docente di pianoforte alla Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro.

Dettagli

Data:
1 Aprile 2017
Ora:
21.15
Categorie Evento:
,

Luogo

Spazio eventi L. Famigli
viale Rimembranze 19
Spilamberto, MO Italia
+ Google Maps
Iscriviti alla nostra newsletter


    Associazione Amici della Musica di Modena «Mario Pedrazzi»

    Anno di fondazione 1919
    Sede legale presso Fondazione San Carlo, via San Carlo 5, 41121 Modena
    p.i. 01179350366
    IBAN: IT 33 X 05387 12900 000002323780