Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

ERICA PICCOTTI, MATTEO FOSSI

sabato 4 Aprile | ore 21.00

Note di Passaggio


ERICA PICCOTTI – violoncello

MATTEO FOSSI – pianoforte


Musiche di Poulenc, Stravinskij, Janáček, Webern, Debussy

Vent’anni appena compiuti, Erica Piccotti vanta già un curriculum impressionante per importanza dei riconoscimenti ricevuti e prestigio delle collaborazioni; Matteo Fossi, grande amico AdM e tra i massimi cameristi italiani, la affianca in un’antologia di capolavori del primo Novecento.


F. Poulenc (1899-1963)

Suite Française d’après Claude Gervaise (1935)
___Bransle de Bourgogne
___Pavane
___Petite Marche Militaire
___Complainte
___Bransle de Champagne
___Sicilienne
___Carillon

I. Stravinskij (1882-1971)

Suite Italienne (1932)
___Introduzione
___Serenata
___Aria
___Tarantella
___Minuetto e Finale

L. Janáček (1854-1928)

Pohádka (1923)
___Introduzione – Andante
___Con moto
___Andante – con moto

A. von Webern (1883-1945)

Tre piccoli pezzi op.11 (1914)
___Mäßige Achtel
___Sehr Bewegt
___Äusserst Ruhig

C. Debussy (1862-1918)

Sonata in re minore (1915)
___Prologue – Lent. Sostenuto e molto risoluto
___Sérénade – Modérément animé
___Finale – Aminé. Léger et nerveux


Erica Piccotti, nata a Roma nel 1999, si diploma in violoncello a soli 14 anni con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio di S. Cecilia di Roma. Continua gli studi con A. Meneses presso l’Hochschule der Kunste di Berna, l’Accademia W. Stauffer di Cremona, l’Accademia Chigiana di Siena e con F. Helmerson presso la Kronberg Academy dove consegue il Master of Music e dove attualmente frequenta l’Academy Professional Studies. È vincitrice di numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali tra cui “Premio Nazionale delle Arti”, “Jugend Musiziert” di Norimberga e “NYIAA Competition” la cui vittoria le ha consentito di esibirsi presso la Carnegie Hall di New York, International Cello Competition “Antonio Janigro” for young cellists, ed il secondo posto all’International Johannes Brahms Competition di Pörtschach. Numerosi anche i riconoscimenti, tra cui il “Landgraf von Hessen- Preis” dalla Kronberg Academy, premio “Banca Monte dei Paschi di Siena” dall’Accademia Chigiana ed il “Premio Rotary Cremona” dall’Accademia W. Stauffer. Ha ricevuto borse di studio dalla De Sono Associazione per la Musica, dalla Filarmonica della Scala di Milano, dal 2017 è sostenuta dall’Associazione Culturale Musica con le Ali. Intensa l’attività in Italia e all’estero, sia come solista che in formazione cameristica, in festival prestigiosi, tra gli altri “Verbier Festival Academy”, “Chamber music Connects the world” in Kronberg, “La Musica Festival” in Sarasota, “Ciao Festival” in Chengdu, “Festival de Cordas e Piano” in Belo Horizonte, Festival “Les Nuits du Chateau de la Moutte” in Saint Tropez, “Festival Violoncellistico Internazionale Alfredo Piatti” di Bergamo, “Chigiana International Festival” di Siena, “Janigro Festival” in Porec, “Rome Chamber Music Festival” e “Festival dei Due Mondi” di Spoleto. Si è esibita con artisti quali Salvatore Accardo, Julius Berger, Mario Brunello, Bruno Canino, Augustin Dumay, Gidon Kremer, Bruno Giuranna, Itamar Golan, Louis Lortie, Andrea Lucchesini, Robert McDuffie, Antonio Meneses, Danilo Rossi, Miguel da Silva, Massimo Quarta, Sir András Schiff, Christian Tetzlaff. Il 27 Aprile 2018 è uscito il suo primo CD per la casa discografica Warner Classics in duo con il pianista Itamar Golan. Nel 2013 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano le ha conferito l’Attestato d’Onore “Alfiere della Repubblica” per gli eccezionali risultati in campo musicale ottenuti in giovanissima età.

Suona un violoncello Ruggeri (Cremona, 1692) gentilmente concesso dalla Fondazione Micheli di Milano.

Matteo Fossi, fiorentino di nascita e cultura, ha studiato pianoforte alla Scuola di Musica di Fiesole con Tiziano Mealli, diplomandosi nel 1999 al Conservatorio di Ferrara col massimo dei voti. Successivamente si è perfezionato con Maria Tipo e Pietro De Maria, poi con Pier Narciso Masi, e nel 2001 ha frequentato come allievo effettivo il Seminario di Maurizio Pollini all’Accademia Chigiana di Siena. Molto attivo come concertista fin da giovanissimo, è ormai considerato uno dei principali cameristi italiani: ha studiato con artisti quali Piero Farulli, Pavel Vernikov, Alexander Lonquich, il Trio di Milano, Mstislav Rostropovich; da sempre suona in duo con la violinista Lorenza Borrani (diplomandosi sotto la guida di Pier Narciso Masi all’Accademia di Imola con il Master “come migliore formazione in assoluto dell’ultimo decennio” e distinguendosi nei più importanti concorsi internazionali). Nel 1995 ha fondato il Quartetto Klimt, uno dei gruppi cameristici italiani più attivi, e da dieci anni suona in duo pianistico con Marco Gaggini, con cui ha intrapreso la prima registrazione mondiale integrale delle opere per due pianoforti di Brahms, Bartók, Poulenc, Ligeti e Schönberg.

Con queste formazioni, e come solista, Fossi si è esibito in tutte le principali stagioni italiane e, all’estero, in importanti teatri e festival in Germania, Francia, Austria, Ungheria, Inghilterra, Spagna, Belgio, Polonia, Svizzera, Stati Uniti, Brasile, Cina, Corea del Sud. Collabora costantemente con artisti di rilievo internazionale quali Antony Pay, Mario Ancillotti, Pier Narciso Masi, Calogero Palermo, Giovanni Sollima, Alexander Ivashkin, Massimo Quarta, Othmar Müller, Moni Ovadia, Milena Vukotic, Maddalena Crippa, Mario Caroli, Andrea Oliva, Sonia Bergamasco, Luigi Lo Cascio, Suzanne Linke, il Quartetto di Cremona, il Quartetto Savinio, il Quartetto Adorno.

Ha un’intensissima attività discografica, per etichette quali Decca, Universal, Brilliant, Naxos, Nimbus, Stradivarius, Tactus, Amadeus, Unicef, Fenice Diffusione Musicale; nel 2014 è uscito il suo primo cd solistico, dedicato a Brahms, edito da Hortus, che è stato accolto con entusiasmo dalla critica specializzata, tanto da giustificare, negli anni successivi, altri quattro dischi dedicati a Schumann, Schubert, Debussy e Chopin.

Attivo anche nell’organizzazione e nella diffusione della musica, ha invitato a Firenze alcune delle più importanti personalità musicali a livello mondiale, tra cui Rostropovich, Kagel, Penderecki, Sofia Gubaidulina, Natalia Gutman, il Kronos Quartet. Matteo Fossi insegna pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena e musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato vicepresidente. E’ invitato regolarmente a tenere seminari e masterclass in Italia e all’estero.

Dettagli

Data:
sabato 4 Aprile
Ora:
21.00
Categorie Evento:
,

Luogo

Nuovo Cinema Teatro Italia
Via Giuseppe Garibaldi, 80
Soliera, MO 41019 Italia
+ Google Maps
Iscriviti alla nostra newsletter


    Associazione Amici della Musica di Modena «Mario Pedrazzi»

    Anno di fondazione 1919
    Sede legale presso Fondazione San Carlo, via San Carlo 5, 41121 Modena
    p.i. 01179350366
    IBAN: IT 33 X 05387 12900 000002323780